Il Palazzo Comunale, costruito dopo la metà del '200, è stato ampiamente ristrutturato nel tempo (1456-65;1620). La torre merlata è del XIV secolo. A causa di un terremoto nel 1832 subì modifiche architettoniche ad opera dell'architetto Antonio Molari che vinse il concorso regolarmente bandito.
Per il Nessi la facciata in stile neoclassico appartiene ad Ireo Alcandri, secolo XIX. Mollari, con il suo progetto, si preoccupò di rendere simmetrico l'impianto dell'edificio.

 

Per fare ciò dovette abbassare ed arretrare la parte orientale dell'edificio. L'ala settentrionale dell'edificio è stata interamente ricostruita nel dopoguerra, in quanto venne distrutta da un bombardamento.
Internamente al palazzo gli affreschi della sala del consiglio realizzati da Mariano Piervittori, nel 1886-87.
La base di appoggio della torre comunale è visibile nel lato di via Colomba Antonietti. 
Nel XVI secolo venne aggiunto il cupolino. Il Palazzo Comunale è collegato tramite un cavalcavia con il Palazzetto Orfini.