Il beato Angelo, un sacerdote agostiniano, nacque a Foligno nel 1226 dalla nobile famiglia dei Conti. Fra il 1293 e il 1297 lo si ritrova a Gubbio. Uomo di grande pietà, dopo la grande unione dell’Ordine Agostiniano nel 1256, fondò diversi conventi agostiniani nel centro Italia tra i quali va ricordato quello di Convento di Sant'Agostino nella sua città natale di Foligno. Nel corso della sua vita di apostolato monastico si distinse per la pazienza, lo spirito d’orazione, la mortificazione cui sottoponeva se stesso e la singolare pietà.
La morte lo colse a Foligno il 27 agosto 1312. Papa Leone XIII ne approvò il culto nel 1881. Le sue spoglie riposano nella chiesa di sant'Agostino a Foligno e la sua memoria liturgica ricorre il 6 settembre.