"La costruzione e l’inizio dell’attività dello Zuccherificio Italo-Belga tra il 1899 e il 1900 rappresenta, nella vicenda economica di Foligno, un punto di svolta, il cristallizzarsi di processi e aspirazioni maturati nel corso dell’ultimo decennio del XIX secolo, l’inizio, per alcuni aspetti, d’una nuova fase della storia industriale della città.”  
Renato Covino - Archeologia Industriale

Da decenni le ciminiere dello zuccherificio di Foligno hanno smesso di emettere bianche fumate dall'odore dolciastro. Resta lo spettro triste e sinistro di uno dei più grandi stabilimenti della storia di Foligno con l'importante vasta area annessa che attende da troppo tempo di essere riqualificata.


Foto Maurizio Ciocconi - elaborazione Foligno ACT