Compendio della Storia di Fuligno ad uso delle scuole elementari 1858-59 di Giuseppe Bragazzi

Ma poiché lo sprone non valse, e la brama di vedere venir fuori si fatta cosa diveniva nel mio cuore ogni di più vivace ed impaziente; mi risolvetti io stesso, tuttochè nuovo ne' gravissimi studi della Storia, di tentare colle mie tenui forze la compilazione di tal Compendio; e postomi all'opera, l'ebbi in breve tempo compiuta, dappoichè mi circoscrissi in anguatissimi limiti, facendo cosa da servire soltanto alla prima Classe delle scuole elementari.

Mentre però ne incominciava la pubblicazione, avvenne, che crescendomi fra mano le patrie notizie, anche per cura de' miei amorevoli concittadini, fossi dalla crescente materia astretto a dare maggior latitudine all'opuscoletto già preparato, anzi dirò a quasi intieramente rifonderlo; nel che fare ebbi il pensiero di adattate l'opera contemporaneamente ad una duplice classe di studenti, cioè a quella più elementare composta de' teneri fandulli, ed insieme ad altra a questa superiore, giovandomi per ciò della diversità de' caratteri della stampa, cosicchè all'una cioè alla classe inferiore servisse quella parte di storia impressa con caratteri più grandi, riservando all'altra il rimanente a caratteri minuti; mentre delle materie che non parvero convenire alli stretti limiti ed' indole d'un compendio scolastico, dava un cenno nelle note.

Ciò mi ha sembrato utile non solo, ma necessario di manifestare, per iscusarmi in qualche modo de' molti mancamenti di questo lavoro; imperocchè, se nbn avrei mai saputo far libro meritevole di lodi, massimamente in materia sì ardua qual' è la storia; l'averlo pubblicato di mano in mano che veniva distendendolo, e lo averlo disteso, stante le cure de' miei offici, anche a più riprese, dubito assai che questo libro non abbia a frullarmi biasimo.

Ma se l'opera non ha quel valore che aver si poteva fatta con più di tempo e di applicazione, o a dir meglio da chi fosse in tal genes e di studi e nelle lettere valente, spero che gli uomini discreti vogliano sopportarmi, considerando l' aver io fornito un corpo coni untine informe ad un idea che per sè è certo lodevole, e dato che lo stimolo a chi sa fare di produr cosa più abbondante più ordinata e pià adorna, sicché questo mio libretto ne sia cancellato, e lo copra l'oblio. Che se per
avventura ciò si avverasse, io mi stimerei ben felice per avere occasionato produzione di tal natura.

segue con tasto avanti